Renault raggiunge i suoi obiettivi per l’esercizio

Renault raggiunge i suoi obiettivi per l’esercizio

Category: News,
  • Immatricolazioni in aumento del 3,2%, con 2,7 milioni di unità
  • Fatturato Gruppo 41.055  milioni di euro (+0,3 %). Al netto dell’effetto cambio, la crescita è del 3,1%
  • Margine operativo del Gruppo pari a 1.609 milioni di euro, contro 1.242 milioni di euro, pari al 3,9% del fatturato, rispetto a 3,0% nel 2013
  • Margine operativo dell’Auto 858 milioni di euro, contro 495 milioni di euro ( 2,2% rispetto a 1,3%)
  • Risultato operativo Gruppo pari a 1.105 milioni di euro rispetto a -34 milioni di euro nel 2013
  • Risultato netto di 1.998 milioni di euro contro 695 milioni di euro
  • Free cash-flow operativo del ramo Auto positivo, con 1.083 milioni di euro

«Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi annunciati per il 2014. Questa nuova tappa ci colloca sulla traiettoria giusta per la realizzazione del nostro piano strategico “Renault Drive the Change”. L’esercizio 2015 ci consentirà di superare una nuova fase, grazie a un’offensiva prodotto senza precedenti nella storia di Renault», ha dichiarato Carlos Ghosn, Presidente-Direttore Generale di Renault.

Nel 2014, il fatturato del Gruppo si attesta a 41.055 milioni di euro, in aumento dello 0,3% rispetto al 2013. Con tasso di cambio costante, l’incremento è del 3,1%.

Il contributo dell’Auto al fatturato raggiunge 38.874 milioni di euro, a sua volta in aumento dello 0,3% rispetto al 2013. Il Gruppo ha compensato l’impatto negativo del cambio con aumenti di prezzo nei Paesi extra-europei e con il forte incremento delle vendite di componenti e di veicoli ai partner.

Il margine operativo del Gruppo rappresenta 1.609 milioni di euro, contro 1.242 milioni di euro nel 2013, ed equivale al 3,9% del fatturato (3,0 % nel 2013).

Il margine operativo del ramo Auto cresce di 363 milioni di euro, con 858 milioni di euro e rappresenta il 2,2% del fatturato. Questa performance rispecchia la riduzione dei costi e la crescita dell’attività, nonostante l’impatto sfavorevole dei cambi e l’arricchimento di alcuni modelli a fine ciclo.

Il contributo del Finanziamento delle vendite al margine operativo del Gruppo rappresenta 751 milioni di euro, contro 747 milioni di euro nel 2013. Tale stabilità risulta dal calo del prodotto netto bancario, compensato dall’aumento dei crediti fruttiferi medi e dallo sviluppo dell’attività di servizi. Il costo del rischio resta stabile a  0,43%.

Gli altri proventi e oneri operativi sono negativi con 504 milioni di euro, essenzialmente a causa dei costi di ristrutturazione, pari a 305 milioni di euro, e delle svalutazioni di asset, per  153 milioni di euro.

Il risultato operativo del Gruppo si attesta a 1.105 milioni di euro contro -34 milioni di euro nel 2013. Tale miglioramento è indotto dall’incremento del margine operativo e dalla riduzione degli altri oneri operativi, per 772 milioni di euro.

Il contributo delle aziende associate, principalmente Nissan, rappresenta 1.362 milioni di euro, rispetto a 1.444 milioni di euro nel 2013, al netto del contributo negativo di  AVTOVAZ, pari a -182 milioni di euro.

Il risultato netto si attesta a 1.998 milioni di euro e il risultato netto di pertinenza del Gruppo a 1.890 milioni di euro (6,92 euro per azione rispetto a 2,15 euro per azione nel 2013).

Il free cash-flow operativo del ramo Auto è positivo con 1.083 milioni di euro, principalmente grazie all’aumento della redditività operativa e dopo contabilizzazione di una variazione positiva del fabbisogno di capitale circolante per 596 milioni di euro nell’esercizio.

Un dividendo di 1,90 euro per azione, contro 1,72 euro l’anno scorso, sarà presentato all’approvazione della prossima Assemblea generale degli azionisti.